Domande Frequenti

E’vero che lo zainetto è causa di mal di schiena?

In Occidente il trasporto dello zainetto rappresenta il carico quotidiano a cui è sottoposta la colonna vertebrale del bambino/ragazzo. Nonzainetto a scuola a caso è la preoccupazione numero uno di genitori ed insegnanti che spesso chiedono quanto possa essere dannoso tale carico.

In base ad una ricerca fatta su un campione di bambini di 6 anni, alla domanda “Il tuo zaino è pesante?”, sono emersi questi dati: circa l’80% ha risposto che lo zaino è causa di affaticamento, quasi il 66% ha detto che è pesante in relazione soprattutto al tempo di tenuta in spalla dello zaino, il 46% ha affermato che è causa di mal di schiena.

Da questo studio emerge una correlazione tra la comparsa del mal di schiena in età scolare e il trasporto dello zainetto, mentre è chiaro che lo zaino non è causa di patologie specifiche della colonna vertebrale (es. scoliosi).

Cosa si può fare per ridurre il peso dello zaino scolastico?

Per gli insegnanti

  • scegliere possibilmente libri di testo più “leggeri”;
  • compatibilmente con le esigenze scolastiche, sarebbe utile pianificare il programma di studi settimanale considerando il peso dei libri da far trasportare giornalmente ai propri allievi
  • tener presente questo problema durante tutto l’anno, dando indicazioni agli alunni e genitori su come affrontarlo, ad esempio ricordando di non mettere in cartella libri non necessari per quella giornata.

Per i genitori

  • acquistare zainetti con spallacci ampi ed imbottiti con eventuale cintura da poter allacciare anteriormente (ergonomici);
  • distribuire i libri nello zaino in modo che quelli più pesanti e grossi stiano vicino alla schiena;
  • acquistare materiale scolastico non ingombrante/pesante;
  • assicurarsi che i figli non riempiano lo zaino con oggetti non utili per le attività di quella giornata;
  • ricordare ai figli di togliere lo zainetto durante il tragitto casa-scuola-casa ogni volta che possono (ad es. sui mezzi, alla fermata del bus ecc).

Per la Scuola

  • promuovere ciclicamente giornate informative sull’argomento.
E' vero che la Scoliosi si cura con il Nuoto?

bambino_con_salvagenteContrariamente a quanto si è creduto per anni,tutti gli studi effettuati sull’argomento mostrano che il nuoto NON risulta essere efficace nella prevenzione/cura della scoliosi. Questo perché, probabilmente, la drastica riduzione di gravità modifica in maniera determinante l’abituale percezione del corpo, il riconoscimento delle posizioni e dei punti di riferimento, il senso dell’appoggio e dell’equilibrio: ciò rende impossibile impostare ogni tipo di rieducazione posturale cosciente. Inoltre, è possibile che questa attività possa essere troppo mobilizzante o che la respirazione forzata induca un movimento ripetuto delle costole nel senso del peggioramento.

Una cattiva postazione può causare la scoliosi?

Per quanto riguarda la scoliosi è bene ricordare che non esiste banco che la provochi. Solo il dorso curvo può riconoscere una causa in posturauna esagerata sproporzione tra il banco e la sedia che costringono ad una posizione a lungo flessa in avanti. Non esistono pertanto “malattie da scuola”: esistono posture corrette e scorrette. L’ergonomia ci insegna che non può esistere una sedia o un banco che da soli evitino l’insorgere di patologie. Tutti gli strumenti possono essere usati bene o male: possiamo avere la sedia più ergonomica, il banco progettato al meglio, ma non sapere usarli in modo corretto. è consigliabile, comunque, adottare una postazione che rispetti le misure di chi la utilizza (banco/sedia).

Quale è lo sport ideale durante la crescita?

Lo sport è determinante per uno sviluppo adeguato della colonna vertebrale e di tutto il corpo e, oltre all’educazione fisica scolastica, tutti i ragazzi dovrebbero fare sport regolarmente.

Non esiste lo sport perfetto! Ogni attività ha dei punti positivi e altri negativi. I ragazzi devono scegliere un’attività fisica in base alle loro sportpreferenze, alla possibilità di migliorare la coordinazione e come stimolo per il fisico nella crescita armoniosa delle strutture ossee, articolari e muscolari. Inoltre l’ambiente sportivo incentiva le relazioni sociali, aumenta l’autonomia e propone uno stile di vita sano. La presenza di patologie del rachide (previo consulto con il sanitario di riferimento per eventuali controindicazioni specifiche) non è un ostacolo alla pratica della maggior parte degli sport come la pallavolo, il basket, le arti marziali ecc.

Attenzione solo all’attività agonistica che prevede sovraccarichi importanti in termini di allenamento e la pratica di particolari discipline come la ginnastica ritmica che sono state correlate a una più alta percentuale di deviazioni della colonna.

Lo sviluppo precoce dell’altezza può causare mal di schiena?

No, non risulta essere un evento che possa generare mal di schiena; è infatti utile riflettere sul fatto che la crescita ossea costringe le strutture muscolari, capsulari, legamentose ecc. ad adattarsi a lunghezze diverse e ad attivarsi secondo schemi di movimento in fase di riadattamento. Ciò non sempre può essere esente da dolori o piccoli fastidi passeggeri.

E' importante l’educazione fisica a scuola?

L’educazione motoria a scuola, seppur praticata in forma ludica, oltre a trasmettere regole di comportamento civile e sociale, concorre sicuramente a favorire un corretto stile di vita e può avere effetti positivi a lungo termine sulle sane abitudini da adulto. L’attuale situazione attivitascolastica vincola in alcuni contesti una buona programmazione motoria. è tuttavia importante che l’istituzione scolastica si faccia sempre promotrice del valore del movimento/sport come occasione sia per mantenersi in buona salute sia per acquisire un sano stile di vita, sensibilizzando i genitori con incontri sul tema e favorendo i contatti con le varie realtà territoriali.

scarica l'opuscolo in formato pdf
Inserto Speciale

CON IL PATROCINIO

logo cittadinanzattiva

SCOLIOSI

La scoliosi è una deformazione tridimensionale (cioè in tutti e tre i piani dello spazio) della colonna vertebrale: le vertebre, si inclinano di lato, ruotano su se stesse e le curve che si vedono di lato tendono ad appiattirsi.

Maggiori informazioni

DORSO CURVO

Il dorso curvo è un differente tipo di deviazione vertebrale: il tratto dorsale della colonna si flette eccessivamente in avanti e modifica la normale conformazione della colonna vertebrale.

Maggiori informazioni

MAL DI SCHIENA

Una postura seduta scorretta provoca dolori lombari nell’adulto, ma anche nei bambini. Ad esempio per giocare ai videogiochi non si deve stare seduti in modo scomposto.

Maggiori informazioni

PRIME VALUTAZIONI

  • Valutazione del gibbo con il Test di Adams (flessione anteriore della colonna vertebrale)
  • Valutazione del triangolo della taglia
  • Valutazione dello strapiombo
Maggiori informazioni

Per informazioni compila il modulo o scrivi a info@aifi.net

1 + 3 =

Print Friendly, PDF & Email